Ultime recensioni

venerdì 7 novembre 2014

Recensione - Ma le stelle quante sono di Giulia Carcasi

Titolo: Ma le stelle quante sono
Autore: Giulia Carcasi
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 10.00 €
Data di uscita:  2005
Trama:  Carlo e Alice sono compagni di scuola: stessa classe, stessi professori e, a volte, lo stesso banco. Nei cinque anni che hanno passato assieme hanno condiviso una silenziosa amicizia, fatta di sguardi e sorrisi. Carlo è "naturalmente" imbranato, senza modelli da incarnare, senza maschere. Alice si sente diversa, non omologata, è uno spirito critico e, al contempo, una sognatrice. Entrambi si consumano pensando all'amore ma hanno un cuore ancora poco addestrato e - come vuole l'adolescenza - "sbagliano".












Recensione: Ma le stelle quante sono segna l'esordio letterario di Giulia Carcasi, il libro, che si divide in due parti, da una parte Alice e dall'altra Carlo, racconta la vita, gli amori e le difficoltà dei giovani adulti con le prese dell'ultimo anno di liceo e pronti per affrontare la maturità e il loro futuro.
Ho iniziato a leggere prima la storia raccontata da Alice, preferisco prima avere il punto di vista femminile e poi maschile. Alice è una ragazza che ha paura di affrontare l'ignoto, si aggrappa alle sue convinzioni e difficilmente riesce a lasciarsi andare.
Inizia una storia con Paolo, suo coetaneo, il loro è un'amore segreto, fatto di baci nascosti, vissuto in solitaria. Per Alice, questa è la prima relazione che instaura, il suo primo vero rapporto. Un amore che poi diffcilmente prende il volo.
Sapevo con esattezza che la storia di Alice e Carlo in qualche modo si doveva incrociare.
Quando ho finito di leggere con gli occhi di Alice per me era doveroso passare da Carlo e vedere com'è stato per lui.
Carlo è un ragazzo molto intelligente, e questa suo impegnarsi nello studio l'ha portato a isolarsi dagli altri, senza riuscire a capire come rapportarsi con loro. L'unico contatto che lui a è Alice, la loro non è un'amicizia ma un lavoro di sguardi e di saluti mattutini.
Carlo trova quella che per lui è una lampada magica e esprime il desiderio di essere come tutti gli altri. Il desiderio alla fine si arriva: cambia stile ed esce segretamente con Ludovica. Un rapporto anche il loro nascosto, che si stroncherà quasi subito.
Sarà cosi che Alice e Carlo si trovano, due cuori feriti e delusi. E da lì, con la fine della scuola, professori sgradevoli, famiglie che vanno in frantumi, che riusciranno a trovare loro stessi.
Come avete capito ho adorato questo libro, per me, un libro migliore, forse del mese per quanto riguarda la narrativa. Difficilmente leggo autori italiani, ma quando capita di solito non mi deludono mai. Consiglio a tutti la lettura di questo libro, se mi cercate sono a trovare altri libri di questa meravigliosa autrice!

 Voto finale
 
(per i comuni mortali: quattro punti e mezzo)

Nessun commento:

Posta un commento