Ultime recensioni

giovedì 17 agosto 2017

Book Paper - Le mie ultime entrate cartacee (+eBook)

Ciao lettori 😘
visti i like ricevuti sulla pagina Facebook mi sono convinta a mostrarvi le mie ultime entrate cartacee. Due sono omaggi mentre gli altri sono acquisti fatti da me in due ordini diversi, vediamoli insieme:
Sono molto contenta dei miei ultimi acquisti anche se con qualche riserva (che vi spiegherò dopo nel dettaglio). Vi faccio di seguito un elenco di tutti i libri presi:
  1. Ignite me di Tahereh Mafi. Dopo aver concluso Unravel me non vedevo l'ora di prendere anche l'ultimo volume della trilogia, ero in forte astinenza da Warner. Quando vi ho mostrato il libro nel video di spacchettamento non mi ero accorta che nella parte finale due pagine erano piegate su se stesse! Sono rimasta sorpresa e nella sfortuna non erano strappate ma comunque non credo torneranno appiattite. 
  2. La rosa del califfo di Renée Ahdieh. Volume conclusivo della duologia di La moglie del califfo. Il primo mi era piaciuto immensamente quindi dovevo per forza sapere come andava a finire la storia. Anche qui grossa delusione per la mia copia. Innanzitutto non capisco perché nel primo volume la sovracopertina era liscia e questa diversa al tatto e secondo si è rovinata ai bordi. Credo che il pacco si sia mosso durante il viaggio e il libro ne abbia risentito. Che delusione! Io in queste cose sono così dannatamente pignola, odio trovare difetti, li detesto. Ovviamente dovrò tenerla perché so che non è una scusa buona per fare il reso, non è una copia danneggiata, non ci sono strappi o macchie e quindi niente cambio.
  3. Wolf 2 di Ryan Graudin. Al primo volume ho dato cinque stelle. Appena ho saputo dell'uscita del secondo ero così contenta ma appena ho visto la cover mi è salita una rabbia improvvisa. La DEA ha fatto un cambio di cover e quindi messi insieme sembra che non facciano parte della stessa storia. #echecazz
  4. Non so chi sei ma io sono qui di Becky Albertelli. Innanzitutto.. ma quanto è piccolo questo libro?! Appena l'ho tirato fuori dalla scatola ho tipo strabuzzato gli occhi! La cover ovviamente è molto carina ma la dimensione mi ha lasciata perplessa, con quel prezzo poi! Spero davvero mi piaccia, a giro ho visto recensioni a cinque stelle, incrociamo le dita.
  5. Noi siamo tutto di Nicola Yoon. Questo libro l'ho comprato in un altro ordine, questa volta dalla Mondadori. Avevo un buono di 10€ che avevo vinto ad un GA e dovevo fare un ordine da 30€ per poterne usufruire. Uno degli acquisti è stato questo libro, di cui ero indecisa se prendere nell'ordine alla Feltrinelli. Ho adocchiato il libro fin dal trailer del film e mi ha subito fatto pensare a Colpa delle stelle, non so. Già mi immagino che ci piangerò, ho questa sensazione. Una menzione anche alla copia, appena vista ho notato che era macchiata. All'inizio sono rimasta tristissima e già pensavo al reso ma passandoci sopra un pezzo di carta sono andate via, evidentemente la sovracopertina essendo bianca si sporca facilmente.
  6. L'ultima volta che ti ho detto addio di Cyntia Hand. Questo libro volevo leggerlo quando ancora Harper Collins era Harlequin Mondadori. Mentre navigavo tra i reminders mi sono accorta che i libri HM avevano uno sconto del 55% e ne ho subito approfittato. Dalla trama sembra proprio un bel libro, non ho letto molte recensioni ma quelle poche che ho visto erano positive.
  7. The winner's curse. La maledizione di Marie Rutkoski. Questo è l'ultimo libro ordinato dalla Mondadori (in totale erano tre, insieme c'era quello della Yoon e della Hand) e rappresenta per me l'ultimo acquisto se non dovessero uscire i seguiti della casa editrice Leggereditore. Ormai sono arrivata ad un punto in cui non ho più voglia di spendere soldi in serie interrotte. Lo sapete che io sconsiglio sempre di fare crociate sul non acquistare i libri ma è anche vero che i soldi non crescono su gli alberi. Chiusa parentesi, ho letto molte recensioni positive nonostante sia rimasta delusa dal numero delle pagine, mi aspettavo un mattone!
  8. The tower di Katharine McGee. Il libro è stato un omaggio della Piemme di cui ringrazio tantissimo. Per ora sono arrivata a metà e l'ho messo un attimo in pausa ma conto di riprenderlo subito. L'edizione è davvero bella e curata nei dettagli.
  9. Questo canto selvaggio di Victoria Schwab. Questo è un altro omaggio, stavolta della Giunti che ringrazio. Volevo leggerlo fin dall'uscita americana quindi sono contenta che me lo abbiano proposto.
  10. The fate of the Tearling di Erika Johansen. Volume conclusivo della trilogia della Multiplayer. Sono davvero contenta che sia arrivato anche questo, non vedo l'ora! L'edizione come sempre è bellissima, spero che il finale non mi deluda. Anche qui nella sovracopertina qualche piccolo segno magari dovuto al viaggio, insomma questi siti online prestano davvero poca attenzione all'imballaggio!
ENTRATE DIGITALI: SCOPRIAMO INSIEME GLI ULTIMI AGGIUNTI
Il primo è un omaggio che ho già letto e se volete trovate qui la recensione. Gli altri sono stati acquisti fatti nella giornata in cui gli e-book erano tutti a 0.99€. Di questi ho letto solo P.S. I like you che ho trovato come lettura carina, ancora devo scriverci la recensione.

giovedì 10 agosto 2017

#92 Covers challange #straniere ♦ Agosto -Sondaggio-

Ciao lettori ❤
So che questo caldo è impossibile (sono al pc con il ventilatore vicino) ma cerchiamo di votare insieme la cover straniera di agosto! Qui di seguito dieci cover e voi dovete scegliere la vostra preferita, a fine mese il sondaggio si sposterà su Facebook con le tre più votate e dovete scegliere a colpi di reactions la migliore!


mercoledì 9 agosto 2017

✎Recensione ▫ Io sono buio di Kiersten White

Buongiorno lettori 💜
Questa recensione doveva essere pubblicata scorsa settimana ma scrivere al PC fisso con questo caldo lo classifico come sport estremo. So che dovrei usare carta e penna e poi trascrivere al PC ma non riesco, dopo cinque minuti la mia mano sinistra chiede pietà. Ecco di seguito la recensione, spero vi piaccia!

Io sono buio di Kiersten White
THE CONQUERER SAGA #1
Editore: Fabbri Editori
Data di uscita: 24 Novembre 2016
Prezzo: 17,00€

Voto:  4.0/5.0

Trama: Una principessa non dovrebbe essere brutale. Ma Lada, figlia di Vlad Dracul, è diversa da ogni altra: affamata di potere fin da piccola, preferisce la lotta e i coltelli alle bambole. L’esatto contrario del fratello Radu, dolce, bellissimo e delicato come un bocciolo di rosa. Quando i due vengono lasciati in ostaggio dal padre, ancora bambini, al sultano dell’Impero Ottomano – prigionieri di un sovrano crudele e sottomessi a una cultura completamente diversa dalla propria – Lada inizia a progettare la sua spietata vendetta. Mentre la ragazza si prepara a combattere, il figlio del sultano Mehmed si mette tra lei e il fratello, spingendoli a diventare rivali. E in questo triangolo avvelenato forze potenti tendono gli animi: desideri di riscatto, gelosie tremende e un’ambizione sfrenata. Avvolta in un vortice di passioni turbinose, Lada si troverà di fronte alla scelta più difficile: portare a termine il suo piano o arrendersi all’unico nemico che forse non è in grado di sconfiggere, l’amore.


RECENSIONE
Io sono buio è un romanzo di impronta storica che vede protagonisti due fratelli, Lada e Radu, tenuti prigionieri dall'Impero Ottomano per garantirsi la fedeltà della Valacchia, patria di Vlad L'Impalatore, meglio conosciuto come Dracula.
Il libro inizia con la nascita dei due fratelli, due figure molto diverse: Lada è una bambina arrogante alla ricerca dell'approvazione del padre mentre Radu è un bambino pauroso sempre attaccato alle gonne della sua balia. Entrambi non verranno mai presi in considerazione dal padre, un uomo assente e crudele. La loro vita cambierà quando il Sultano Murad li prenderà in ostaggio e conosceranno suo figlio il Principe Mehmed, da lì in poi finiranno in un giro di potere, segreti, intrighi di corte che porterà i due fratelli ad allontanarsi.
Innanzitutto vorrei partire dal genere e dirvi che non c'è fantasy. Il libro è un retelling storico che ripercorre le gesta dell'Impero Ottomano e della conquista di Costantinopoli. La lettura non è risultata assolutamente pesante, ero affascinata da gli usi e costumi, dal loro concetto di fede e dai complotti politici volti alla sottomissione dei nemici. 
I capitoli si alternavano, vedendo il punto di vista dei due fratelli Draculesti. Quella che mi è piaciuta è stata Lada, la principessa guerriera che sogna di tornare nella sua amata Valacchia ma non vuole separasi dal principe Mehmed, in perenne conflitto tra ragione e cuore. Lada non è una persona che mostra i sentimenti (anzi si chiede più volte se possiede un cuore) e spesso per proteggere le persone sembra insensibile ma non sono riuscita a detestarla, amo i personaggi forti ma che hanno anche un lato fragile. Diveramente Radu è un personaggio che ho decisamente sottovalutato. All'inizio è un bambino debole che necessita di essere perennamene salvato ma crescendo e venendo a contatto con la fede islamica trova una sua pace interiore. La vicinanza con Mehmed, l'unico che sembra capirlo e provare affetto per lui lo spingono a diventare un personaggio calcolatore e subdolo, disposto a tutto per proteggerlo.
Nonostante i primi capitoli fossero lenti, piano piano mi sono appassionata alla storia, ai luoghi descritti, la differenza tra la selvaggia Valacchia e la bellissima e maestosa Edirne. L'autrice ha fatto una lavoro splendido e spero che la Fabbri porti in Italia il volume successivo.