Ultime recensioni

mercoledì 20 febbraio 2019

#74 W...W...W... Wednesdays

Ciao lettori 😍
Nuovo appuntamento con il WWW, la rubrica delle letture 📚 di seguito vi mostro le mie letture della settimana, che vanno da mercoledì a mercoledì. Si tratta di: quella in corso, conclusa e futura. Se volete potete lasciarmi i link di vostri post (mi fa piacere dare un'occhiata anche alle vostre) o basterà commentare qui sotto 😉

Cosa stai leggendo? 

Gli scomparsi di Chiardiluna di christelle dabos
La maga tessitrice di helena paoli
Raramente vedete sul blog due libri in lettura ma con il fatto che partecipo ad un GDL e che durerà un mese ho deciso di affiancare qualcos'altro. Siamo alla seconda tappa di Gli scomparsi di Chiardiluna (qui se siete interessati) e devo ammettere che il mistero si infittisce sempre più. Confermo di amare lo stile della Dabos, anche nei momenti di calma riesce comunque a tenere vivo l'interesse del lettore. Poi abbiamo La maga tessitrice, fantasy scritto da un'autrice tutta italiana. Sono ancora all'inizio ma lo stile narrativo mi sta un attimo confondendo. Proseguirò perché essendo alle prime pagine non voglio dare un giudizio affrettato.


Quale libro hai appena finito di leggere?
Il principe crudele di holly black
Cuore di terra rossa di n. r. walker
Omicidio sul lago di fuoco di mikel j. wilson
Pubblicando la rubrica quando ne ho la possibilità ho poi molti libri conclusi da mostrarvi, devo proprio decidermi a essere costante. Comunque, come prima lettura conclusa abbiamo Il principe crudele di cui non avendo alte aspettative (in rete ci sono molte recensioni contrastanti) devo dire che tutto sommato non mi è dispiaciuto. Certo ha le sue pecche ma si fa leggere e tiene incollato il lettore. Spero di farvi avere la recensione questa settimana. La prossima lettura è stata un M/M, si tratta del primo volume di serie chiamata Cuore di terra rossa. Primo cinque stelle dell'anno, un romanzo che mi ha tenuta incollata alle pagine! La recensione è online, se vi interessa la trovate qui. L'ultimo libro concluso è Omicidio sul lago di fuoco, un thriller M/M che nonostante lo stile dell'autrice non mi sia andato sempre a genio ho finito per leggerlo in due pomeriggi. La recensione è andata online ieri sera, se volete vi lascio il link per leggerla.


Quale sarà la tua prossima lettura?





Oltre il bosco
di melissa albert
Lettura di cui inizio a nutrire dei grossi dubbi. Grazia mi ha anticipato che lo stile dell'autore non è il massimo e che la protagonista è perennemente arrabbiata. Ovviamente mi farò un mio giudizio ma le mie aspettative si sono abbassate drasticamente.

martedì 19 febbraio 2019

✎Recensione ▫ Omicidio sul lago di fuoco di Mikel J. Wilson

Buona sera lettori 🌷
In realtà volevo pubblicarvi questa recensione scorsa settimana ma ho avuto degli impegni che me lo hanno impedito. Come potete notare ho fatto qualche modifica, ho deciso di aggiungere il genere del romanzo sotto l'immagine di copertina, spero sia cosa gradita perché magari vi è più congeniale scoprirlo prima di leggere la recensione.

⋐ Omicidio sul lago di fuoco di Mikel J. Wilson ⋑
SERIE: MOURNING DOVE MYSTERIES #1
⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯
GENERE: GIALLO ・ M/M ・ MYSTERY
⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯⋯
OMAGGIO DA PARTE DELLA CASA EDITRICE
titolo: Omicidio sul lago di fuoco
Autore: Mikel J. Wilson
Editore: Dunwich Edizioni
Prezzo: 3.00€ ebook
data di uscita: 1 Febbraio 2019
Voto:
TRAMA:
A ventitré anni, e con un noto caso alle spalle, Emory Rome ha già ottenuto fama come agente speciale del Tennessee Bu­reau of Investigation. Sta facendo carriera rapidamente, ma il salto si interrompe quando gli viene assegnato un caso che avrebbe voluto evitare: un misterioso omicidio nella cittadina delle Smoky Mountains da cui si è allontanato. La bizzarra morte di una pattinatrice, un tempo destinata ai professionisti, è presto seguita da un apparente caso di auto combustione. Nella piccola cittadina, i segreti di Rome giacciono appena sotto la superficie. La fretta di trovare il col­pevole prima che colpisca di nuovo lo scaglia contro un abile investigatore privato, Jeff Woodard. L’investigatore privato è attraente, sveglio e seducente, e potrebbe essere l’assassino che Rome sta cercando.
chiunque sia vicino alla vittima sembra avere un movente rosa dei spspettati

Recensione
Omicidio sul lago di fuoco è il primo volume di una nuova serie che vede come protagonista Emory Rome, un detective costretto a tornare nella sua città natale dopo un brutale omicidio. 
Non sono una appassionata del genere ma ammetto che ho trovato la storia interessante e con un colpo di scena che mi ha lasciato davvero senza parole. Dietro ad ogni sospettato si nasconde un segreto, più Emory va avanti con le indagini e più quelli vengono a galla. Ciascuno di loro sembra avere un movente per far fuori la ragazza e l'autore ha saputo collegare gli uni con gli altri con abilità, così da smentire sempre le teorie costruite nel corso della lettura.
Emory è un personaggio con una mente brillante e attento ai piccoli particolari. Non è una persona espansiva, e lo si può anche notare dal suo rapporto con i genitori. Fin da subito si nota la sua riluttanza a tornare a casa, un luogo che rievoca ricordi dolorosi dal suo passato e di cui il lettore è maggiormente all'oscuro; sicuramente verrà affrontato il discorso nei volumi successivi. Insieme al suo partner verrà affiancato da un investigatore privato, chiamato dal padre della vittima per scoprire l'identità dell'assassino. Anche se inizialmente Emory cerca di tenerlo a distanza per via dei suoi metodi poco ortodossi, finirà per accettare la sua collaborazione. Jeff mi è conquistato fin dall'inizio. Non ha problemi a compiere un effrazione per risolvere il caso, il suo obbiettivo è riscuotere la ricompensa. Tra i due c'è un'immediata attrazione, non è un libro che punta sul romance ma insieme mi sono piaciuti parecchio e non vedo l'ora di vederli di nuovo lavorare insieme.
Con lo stile narrativo dell'autrice ho avuto una iniziale difficoltà,  ci sono descrizioni, sopratutto all'inizio, che mi hanno lasciato perplessa. Non ha penalizzato troppo la lettura, sia chiaro, ma è un tipo di scrittura che si fa semplice solo continuando a leggere, infatti ho concluso il libro in due pomeriggi.
Il finale è stato un colpo di genio e ti invoglia a leggere i volumi successivi della serie, io certamente non me li lascerò scappare!