Ultime recensioni

sabato 28 febbraio 2015

Recensione a sorpresa: Cancella il giorno che mi hai incontrato di Leisa Rayven

Starcrossed #1
Titolo: Cancella il giorno che mi hai incontrato
Autore: Leisa Rayven
Editore: Fabbri Editori
Prezzo: 15.90 € 

Data di uscita: 2015
Trama:
Cassandra e Ethan. Quando sono sul palco insieme, a nessuno sfugge l’attrazione e la potente alchimia che si sprigiona tra loro appena si sfiorano o si guardano negli occhi. Una passione che toglie il respiro, davanti alla quale è impossibile restare indifferenti. Tanto che all’Accademia d’Arte di New York vengono scelti come protagonisti per lo spettacolo di fine anno, Romeo e Giulietta, la storia d’amore più famosa di tutti i tempi. Però, una volta calato il sipario e smessi gli abiti di scena, il rapporto tra Ethan e Cassandra si rivela complicato e ingestibile. Lei è la classica brava studentessa, timida, ingenua e sempre pronta ad assecondare il prossimo pur di farsi accettare. Ethan invece è bello e dannato, con un volto da angelo ribelle a cui nessuna ragazza può resistere. Lasciarsi sembra l’unica soluzione per continuare a sopravvivere, anche se il dolore è devastante, soprattutto per Cassandra. Rimasta sola a New York deve ricominciare da zero partendo proprio da se stessa e dal suo cuore tradito. Mentre Ethan, baciato dal successo, è in tournée in giro per l’Europa. Anni dopo, scritturati di nuovo per interpretare una coppia di amanti, Cassandra e Ethan si ritrovano sul palco ad affrontare i demoni del loro passato e il fuoco di quella passione che, nonostante il tempo, non ha mai smesso di ardere. Ma può un amore così intenso e lacerante finire davvero? 
 
Calma. Respira. Sei ancora tra noi? Si, cioè no. Ce la fai a recensire questo libro? Posso provarci. Vuoi un aiuto? Dipende. Da cosa? Da chi me lo offre. Io ad esempio? Sei il mio subconscio, vorrei vedere se non mi aiuti, tsk. Potrei fare sciopero, lo sai? E io potrei gettarmi nel mar Mediterraneo, che dici? Ok, hai vinto tu.
Questo piccolo colloquio con me stessa non mi porterà tanto lontano, ne sono consapevole. Sto divagando perchè non riesco a trovare il modo adatto per dare un senso a questo libro. Domanda e risposta mi sembra un ottimo modo per iniziare, vedremo poi come va a finire.
Ti è piaciuto?
Si e no. L'ho finito in un giorno ed è un buon segno, significa che per un giorno ho campato di aria fritta. Però alcune scene erano un poco ripettive. Ma ne parleremo più avanti, creiamo un po di pathos.
Cosa ne pensi dei protagonisti?
Qui potrei scriverci un romanzo e vincere un premio. Cassie, lei doveva essere la classica ragazza provinciale che insegue il grande sogno. Timida e riservata. Poi passano due capitoli e non è più lei. Come se la persona con cui ho avuto rapporti giusto un giorno prima fosse stata rimpiazzata da una gemella. Mi è piaciuto questo cambio repentino? Stranamente si, e volete sapere perchè? Finalmente una ragazza con gli attributi che stalkera l'oggetto dei suoi desideri (anche se in modi eccessivi alle volte) senza far stupide moine. Passiamo ad Ethan. Non lo capivo, eppure sono brava a interpretare i personaggi, ma lui? Zero totale. Leggendo sapevo che non era il classico "eroe" romantico. Scorbutico, troppo lunatico e irraggiungibile. Aveva un lato oscuro ma non capivo. Perchè? Ha subito una violenza? Preso di mira dai bulli del quartiere? Gli è morto il nonno? La fidanzata? Il criceto? So solo che il mistero si infittiva sempre di più, ero Scerlock Holmes travestito da lettrice. 
C'è solo una cosa a cui penso e che non riesco a non confidarvi. Il libro ruota attorno allo spettacolo teatrale di Romeo e Giulietta, di questi due giovani innamorati che per ragioni futili e sciocche si suicidano. Il loro amore è stato un colpo di fulmine che è stato un crescendo sfociato poi nella morte di entrambi. Ecco, quando penso ad Ethan e Cassie li immagino alla festa dei Capuleti che si osservano, e poi lo scenario cambia e siamo a Thornfield Hall ed ecco Il Signor Rochester e Jane Eyre. Non chiedetemi il come, il perchè. Ma è successo. Rochester è stato deluso dalla vita. Troppo. E' un uomo solo con i suoi demoni e anche Ethan lo è. Ha sofferto, per tutta la sua vita. Non riesce a dare fiducia al prossimo e non crede nel vero amore, per lui donare il proprio cuore ad un altro è come comprare un bel mazzo di rosse rosse e vederle piano piano appassire. All'inizio le vedete anche voi, no? Belle, profumate, poi iniziano a morire, lentamente e vengono gettate via. Ethan ha paura di innamorarsi e di essere lasciato. Come si può concedersi anima e corpo ad un altro, senza aver timore che possa ridurre il nostro cuore a brandelli? Così finisce per trattare male le persone che ha attorno, specialmente quelle che dimostrano un minimo di affetto per lui. Questo atteggiamento di autodifesa inizierà ad incrinarsi quando incrocerà lo sguardo di Cassie. In lei troverà una sua simile. Trovano piacevole la compagnia l'uno dell'altro. Si sostengono a vicenda. La odierà per questo e al contempo la desidera. Ci sarà una ragione se fin da quando è nato è stato rifiutato, deriso, tradito e abbandonato. Ethan convive con l'idea malsana che non si merita di essere felice. Cassie cercherà di abbattere il muro che la separa da Ethan e mattone dopo mattone riuscirà a far breccia nel suo cuore. Il sentimento era così travolgente che Ethan se ne spaventa e scappa via.

Passiano gli anni e i nostri due amanti preferiti si ritrovano a lavorare insieme per una seconda volta. Ethan sostiene di aver affrontato le sue paure, Cassie è distrutta. I ruoli si sono ribaltati. Riuscirà Ethan a farsi perdonare? Cassie riuscirà a guardarlo come prima? Quando una persona ci ferisce è difficile rimettere insieme i cocci, il bicchiere ormai non è più perfetto come prima, ma forse, nel suo essere imperfetto, è ancora più bello di prima.
Ci sono delle parti che non ti sono piaciute?
Cassie in alcune parti era troppo assatanata nella sua ossessione verso Ethan, cioè, da una parte la capisco, anche io lo violenterei senza ritegno, ma secondo me sarebbe stato più bello che il tutto andasse un po oltre all'atto sessuale e si esplorassero di più i sentimenti. Forse mi sarebbe piaciuto leggere dei Pov di Ethan. Non forse, TANTISSIMO. Sto sbavando sulla tastiera al solo pensiero. Riprendendo il discorso, avrei preferito che si andasse un po oltre al sesso anche se le scene bollenti mi hanno fatto tornare ad avere quindici anni in piena fase ormonale. Quindi scene di sesso si o no? Si. No. Non lo so. Sono attualmente confusa. Forse rimarco il concetto che Cassie era un carro armato da combattimento quando trovava Ethan svesitito, lo uccideva a colpi di cannone ripetutamente, non che poi lui se ne lamentasse, eh!

Fine. Dite che ho detto troppo? Poco? Vi è venuta voglia di leggere il libro? Che dite, anche voi vorreste stalkerare Ethan? Creiamo un suo fanclub? Considerando che è un attore, mica è un'idea malvagia. Ora non ci rimane che aspettare il seguito, giriamoci i pollici nel frattempo e soffriamo insieme.

 Voto finale
(per i comuni mortali: cinque punti)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...