Ultime recensioni

lunedì 24 luglio 2017

✎Recensione ▫ Ti va di ballare? di Jonah Lisa Dyer & Stephen Dyer

Buongiorno lettori 💜
Sono entrata nel vortice di Suits e ora non so più come uscirci :D Ringrazio Alessia (Walk in wonderland) per avermi fatto cadere in questo buco nero nel quale resusciterò solo dopo essermi messa in pari con gli episodi. Questa recensione dovevo pubblicarla scorsa settimana ma giuro che stare al pc fisso attualmente lo paragonerei a stare vicino ad una fornace. Questo caldo tremendo uccide i pochi neuroni che ho quindi il momento ideale per scrivere non c'è mai perché a qualsiasi ora del giorno ho caldo. Vi lascio ai dati del libro e alla mia opinione:

▹ Ti va di ballare? di Jonah Lisa Dyer & Stephen Dyer ◃
Editore: Chrysalide Mondadori
Data di uscita: 13 Giugno 2017
Prezzo: 19.00€

Voto:  4.0/5.0

Trama: Megan McKnight non è la più femminile e mondana delle ragazze di Dallas. Indossa sempre jeans sbiaditi, vecchie magliette e stivali da cow-boy, compra reggiseni sportivi e slip di cotone in confezioni risparmio. Sfoggia un viso pieno di lentiggini e un'abbronzatura da muratore, porta i capelli sempre raccolti in una coda, ha labbra costantemente screpolate e unghie rovinate e sporche. E poi è totalmente incapace di sbattere le ciglia, truccarsi e flirtare con i ragazzi come fanno le sue coetanee super sexy. In fin dei conti, la sua vita è sempre ruotata intorno allo studio, ai cavalli e al calcio. Il suo sogno più grande, infatti, è entrare nella Nazionale femminile, e la stagione che sta per iniziare sarà la sua ultima occasione per realizzarlo. Peccato che sua madre, senza dirle nulla, l'abbia iscritta alla stagione delle debuttanti... proprio lei, che al tacco dodici ha sempre preferito i tacchetti delle scarpe da calcio. Ritirarsi non è un'opzione possibile perciò, tra un allenamento, una partita e un corso in università, Megan sarà costretta a trovare il tempo per lezioni di portamento e di danza, serate di beneficenza e balli preparatori al debutto in compagnia di bellissimi ragazzi (e forse, perché no?, possibili fidanzati). Iniziata di malavoglia per accontentare la madre sull'orlo di una crisi di nervi, l'avventura di Megan in un mondo di formalità, lustrini e buone maniere diventerà un'occasione unica per vivere esperienze che mai avrebbe pensato di fare e forse anche per imparare ad andare oltre i pregiudizi e le apparenze.


RECENSIONE
Ti va di ballare è un romanzo in chiave moderna ispirato all'intramontabile Orgoglio e Pregiudizio, una lettura frizzante con una protagonista spassosa assolutamente da leggere al mare in queste giornate afose, vi terrà compagnia da sotto l'ombrellone!
La protagonista, Megan, si è rivelata una piacevole scoperta. Dimenticate le ragazze timide o depresse per via del loro tremendo passato, Megan è una ragazza vivace, autoironica e leale che ama giocare a calcio e sogna di entrare nella nazionale femminile. Come si fa a non apprezzare una ragazza che finalmente rispecchia caratterialmente le ragazze di oggi e con una famiglia che non sia per forza disfunzionale ma anche nei momenti di crisi è pronta a tirar fuori le unghie?! Senza considerare le volte che volte in cui sono scoppiata a ridere che non sto qui ad elencarvi. Perché qualcosa deve pure andare storto se tua madre ti iscrive alla stagione delle debuttanti e te la prima serata di gala ti presenti con un'occhio pesto, no?! All'inizio Megan è una persona testarda e impaziente ma grazie a questa esperienza e aver incontrato persone come Ann ha capito che si può essere femminili partecipando a cocktail o serate di gala pur sempre rimanendo fedeli a se stessi e ai propri sogni. Un'altra cosa positiva è il rapporto con la famiglia. Nonostante ci sia aria di tensione tra i genitori sono una famiglia unita, mi è piaciuto molto il legame con sua sorella Julia (ebbene si, ci stanno solo due sorelle), come si aiutano e si supportano a vicenda.
Ciò che mi ha lasciata un po perplessa è stata la figura di Andrew che rappresenterebbe il più amato Mr Darcy. Sono rimasta delusa dal fatto che sia stato un personaggio un po marginale e sfruttato poco e proprio per questo non sono riuscita a farmelo piacere viste le sue poche apparizioni. Le sue interazioni con la protagonista sono quasi ridotte all'osso e il finale tra i due un po affrettato. Se dovessi giudicare solo la parte romance il mio voto sarebbe molto basso ma preferisco vederla nell'insieme, negli insegnamenti verso le giovani ragazze che non devono diventare qualcun'altro ma provare esperienze nuove senza il timore di cambiare ma con la possibilità di essere persone migliori.
<< Fregatene allora.  Fai del tuo meglio e sii soddisfatta. Essere una donna adulta significa accettarsi, rispettare la propria vera natura, con i difetti, gli sbagli, tutto. Guarda me >> [.....] <<E' una mise adatta a tutti? No. Ma questa sono io... e ne sono felice. Sii te stessa, Megan. >>

12 commenti:

  1. Ciao Jessica,
    mi sono segnata questo libro dalla prima volta che l'hai citato perchè adoro i libri che ci fanno ridere e dalla tua recensione si capisce che sarà proprio una lettura divertente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che riuscirai a leggerlo presto anche te!

      Elimina
  2. Ciao Jessica
    sono incuriosita da questo libro, mi fa venire in mente uno dei miei film preferiti (Sognando Beckham). Sono fiduciosa e credo proprio che lo inserirò in WL, visto che adoro i romanzi che fanno ridere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il calcio non è proprio l'elemento principale del romanzo, spero ti possa interessare ugualmente!

      Elimina
  3. Ciao Jessica! Da come ne hai parlato la prima volta mi avevi già incuriosito e ora sono ancora più curiosa di conoscete Megan e farmi trascinare in questa divertente lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I primi capitoli sono i più esilaranti AHAHAHAH ;D

      Elimina
  4. Certo che però quella copertina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che è il retro di quella originale?! AHAHAHAH

      Elimina
  5. Sta già sul mio Kobo, lo leggerò presto! **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere se potrà piacere anche a te!

      Elimina
  6. Complimenti per la recensione! Non lo conoscevo ma me lo segno subito, perché sembra proprio un titolo ideale per l'estate!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Quello che penso anche io, sotto l'ombrellone si legge fin troppo bene :P

      Elimina