Ultime recensioni

lunedì 19 gennaio 2015

Recensione: Il canto della rivolta di Suzanne Collins

Hunger Games #3
Titolo: Hunger Games. Il canto della rivolta
Autore: Suzanne Collins
Editore: Mondadori
Prezzo: 13.00 €
Data di uscita: 2012
Trama: 
Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all'Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno... Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l'Arena sembrerà una passeggiata.

No ma... davvero questa è l'ultima recensione per Hunger Games?
Anche io sono rimasta distrutta, sappiatelo. C'è da dire una cosa, il libro è talmente ricco di eventi che a capitolo concluso ti sorge spontaneo chiederti: 'mo che ho letto, l'Odissea?!
Comicità a parte direi di iniziare a fare i dovuti spoiler del secondo libro giusto per vedere dove eravamo rimasti!
SPOILER SPOILER SPOILER LA RAGAZZA DI FUOCO
Katniss e Peeta tornano una seconda volta nell'arena. Si alleano con Finnick-vuoiunozuccherino-Odair,  Beete, Johanna +altre due brevi comparse. Il loro piano è di rimanere uniti fino all'uccisione dei Favoriti. Beete ha un piano che consiste nel far passare l'elettricità da un albero al mare attraverso il suo magico filo, niente di più semplice (solo che a me per capirci qualcosa dovrei fare un corso intensivo di ingegneria). Peeta e Katniss si separano. Katniss riesce a distruggere l'arena e viene salvata dal Distretto 13. Peeta è in mano a Capitol City. Ho l'intenzione di uccidere Haymith per questo, Il distretto 12 è stato distrutto.
FINE SPOILER 
Capite?????? Peeta è nelle mani di Capitol City! 
Capisco che avrei dovuto preoccuparmi della distruzione del Distretto 12 e rimanerne sconvolta ma per me il vero shock è sapere Peeta nelle mani del Presidente Snow!!! 
Cosa succederà al nostro uccellino preferito?
Il piano è molto semplice, Katniss sarà il portabiandera dell'intera rivoluzione, colei che ha sfidato Capitol City farà da collante per unire tutti i distretti e affrontare la supremazia del Presidente Snow. E brava la nostra Ghiandaia imitatrice!
Si comincia quindi con una snervante serie di riprese di cui verranno trasmesse in tutti i Distretti ormai bombardati e attaccati da Capitol City.
In tutto questo lavoro non bisogna tralasciare un personaggio molto importante, Gale.
I rapporti tra Gale e Katniss hanno subito un brusco cambio di direzione. Ormai i due ragazzi sono cambiati. Gli Hunger Games, le bugie, la confusione di Katniss nei confronti di Peeta, insomma, i loro incontri proibiti al bosco sono giunti ormai a termine e bisogna affrontare una realtà di cui entrambi hanno una visione differente e infatti spesso si scontrano per ciò che è giusto e sbagliato.
Potrei facilmente riferirvi che il libro è suddiviso in due parti (un po come il film), la prima molto easy e tranquilla e la seconda che inizia dopo aver recuperato i tributi presi in ostaggio. Da qui in poi infatti ci sarà un corsa contro il tempo e difficilmente si riesce a staccare gli occhi dalle pagine.
Il ritorno di Peeta non sarà rosa e fiori, Capitol City infatti l'ha torturato nel peggiore dei modi allontanandolo sempre più dalla sua Katniss, e lei stessa dovrà ricredersi sul ragazzo del pane che le hanno riconsegnato.
Vendetta. Morte. Katniss ha un solo piano in mente: uccidere il Presidente Snow. Per farlo dovrà raggiungere Capitol City che somiglierà sempre più all'arena dei giochi. Con lei Gale, Peeta e Finnik. Durante questa viaggio difficile e pieno di insidie saremmo tragicamente distrutti da inaspettate morti e da scelte che dureranno tutta una vita.
Vorrei solo dire due ultimissime parole: cosa ho amato e odiato di questo libro.
Per il primo punto, quindi per ciò che mi è piaciuto direi assolutamente la scrittura della Collins che riesce nonostante un inizio lento a coinvolgerti sempre più e farti scendere giù un bel po di lacrimuccie.
Per ciò di cui non ho ancora digerito dovrei fare un elenco chilometrico: le morti inaspettate e brevi, un inizio lentissimo, lo stravolgimento di Peeta di cui nel vero finale non sappiamo se è rimasto così oppure no, Gale (e qui taccio perchè potrei fare spoiler xD), il reale stato delle cose nell'epilogo.

 Voto finale
(per i comuni mortali: cinque punti)

Nessun commento:

Posta un commento