Ultime recensioni

lunedì 27 ottobre 2014

Recensione: Die for me di Amy Plum

Serie Revenant #1
Titolo: Die for me
Autore: Amy Plum
Editore: DeAgostini
Prezzo: 14,90 €
Data di uscita:  14 Ottobre 2014
Trama:  Quando i genitori di Kate e Georgia muoiono in un incidente stradale, la vita delle due sorelle viene stravolta e le ragazze sono costrette a trasferirsi a Parigi dai nonni. L’unico modo che ha Kate per soffocare il dolore è rifugiarsi tra le pagine dei libri che ama di più. Fin quando non incontra Vincent. 
Bello, misterioso e affascinante, Vincent scioglie a poco a poco il ghiaccio attorno al cuore di Kate che si innamora perdutamente di lui. Ma Vincent non è un ragazzo come gli altri: è un Revenant, un vero e proprio angelo custode, destinato a sacrificare la propria vita per salvare le anime in pericolo, e a risvegliarsi tre giorni dopo la morte, in un circolo senza fine.
Kate si ritrova quindi davanti a una scelta difficilissima: proteggere ciò che rimane della sua esistenza e della sua famiglia... oppure rischiare tutto per un amore impossibile?


Recensione: Perdonatemi, questa volta sono un po indecisa. Il libro non è stato un assoluto disastro, però l'ho trovato molto sbrigativo, un mix concentrato di cose, la storia mi è sembrata di essere costantemente sul filo del rasoio, come se l'autrice doveva accorciare i tempi senza dare al racconto i giusti spazi lasciandomi con tanti punti interrogativi.
Questa è la storia di Kate. Kate si è trasferita in Francia dai nonni insieme a sua sorella Georgia dopo la morte dei genitori avvenuta grazie ad un incidente stradale. Kate è una persona solitaria, vive la perdita in un modo tutto suo, chiudendosi a riccio e passando il tempo a leggere, nelle mostre e nei vari cafè della zona ed è lì che incontra Vincent, un ragazzo che la colpisce fin da subito. Schivo, attorniato da persone che insieme a lui possiedono una straordinaria bellezza.
Sin da subito tra i due scatta l'attrazione, un sentimento travolgente che in poche pagine sfocia in un amore unico. La storia potrebbe fermarsi qui ed invece no. Vincent non è quello che sembra, scopriremo infatti che lui è un Revenant, una creatura che ha il compito e l'obbligo di salvar le vite in pericolo. E' un essere immortale ed insieme ai suoi famigli vive per proteggere gli umani, essi sono morti e resuscitati, per poi cadere in un sonno profondo di tre giorni in cui sono "apparentemente" morti. Il male si insidia in ogni racconto, in questo caso parliamo dei Numa, nemici numero uno dei Revenant che cercano di ostacolarli in ogni modo, il loro obbiettivo è di causare male spingendo gli umani nella via della perdizione e mettere bastoni tra le ruote. Anche i Numa un tempo erano umani, nessuno sa come mai sia Revenant che Numa vengano selezionati, ma entrambi vengono scelti in base alla vita che hanno vissuto da vivi.
Cosa non mi è piaciuto per niente: la storia aveva delle belle potenzialità, ma si è svolta tutta in fretta, praticamente Vincent le racconta cosa è, quasi subito, o Kate hanno un passato oppure Dio in persona le ha detto che era d'obbligo fidarsi di lei. Kate, che dire di lei? Prima lo cerca disperatamente, poi scappa, poi lo rivuole, e insomma, ti decidi?
Gaspard, Jules, e gli altri Revenant sono molto simpatici, ma la storia, non ha colpi di scena, suspance, voglia di non staccarsi dalle pagine, in poche parole, un bel piattume.
Non so se continuerò a leggere la saga, perchè non mi ha entusiasmato per niente, un gran bel peccato.
 Voto finale
(per i comuni mortali: due punti)

Nessun commento:

Posta un commento