Ultime recensioni

martedì 29 maggio 2018

✎Recensione ▫ Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman

Ciao lettori, come state?
In realtà dovevo pubblicare un'altra recensione ma visto che ho concluso la lettura in corso ho preferito dargli la precedenza. Non mi sarei mai aspettata che questo romanzo riuscisse a conquistarmi, ed invece eccomi qui con una recensione più che positiva!

Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman
SERIE: AUTOCONCLUSIVO
(OMAGGIO DA PARTE DELLA CASA EDITRICE)
Titolo: Eleanor Oliphant sta benissimo
Autore: Gail Honeyman
Editore: Garzanti
Prezzo: 17.90€
Data di uscita: 17 Maggio 2018
Voto:
TRAMA:
Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent'anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient'altro. Perché da sola sto bene. Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto. E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo. O così credevo, fino a oggi. Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D'improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.

Recensione
Eleanor Oliphant è una ragazza strana. Vive da sola, non ha relazioni sociali, la sua passione sono i cruciverba e quando la sera la solitudine si fa sentire la Vodka è l'unica cosa che riesce a tranquillizzarla. Ma Eleanor sta benissimo. Così bene che non ha bisogno di nessuno nella sua vita.
L'autrice ci catapulta all'improvviso nella vita di questa donna che ha uno strano modo di porsi verso il prossimo: schietto, senza peli sulla lingua e senza rendersi conto che le sue parole o pensieri potrebbero ferire chi la circonda. E' stata cresciuta così, a essere al di sopra della media, a desiderare di più e non accontentarsi. E così pesa con occhio critico ogni cosa, commenta con aggettivi dispregiativi il fisico o il modo di vestire di una persona e talvolta lo fa in una maniera tale da strapparti una risata. Però Eleanor non sta bene. Specialmente il mercoledì quando riceve la chiamata dalla madre. O quando finalmente capisce che il suo progetto era una ridicola illusione. In quel punto di rottura esce fuori tutta la tristezza, inadeguatezza, la sua solitudine. Eleanor va capita, va compresa, ha bisogno di aiuto, di un amico che la salvi da se stessa. Raymond e Sammie sono persone che entrano all'improvviso nella sua vita e con semplicità la portano ad avere dei contatti umani, ad aprirsi, partecipare alle feste, provare sincero affetto per qualcuno. Ed è grazie a loro che il suo modo di giudicare il prossimo inizierà a cambiare, a smetterla di ascoltare la voce della madre e finalmente guardare a quel passato che per anni ha tenuto chiuso a chiave nel suo cuore.
Eleanor Oliphant sta benissimo è un romanzo che inizia a conquistarti piano piano, all'incirca quando capisci che Eleanor non è pazza, ha solo subito dei traumi che l'hanno portata alla donna che è ora. I suoi pensieri ti entrano sottopelle perché rappresentano la realtà di oggi. Eleanor esplora ogni centimetro del concetto di solitudine, quanto possa essere devastante non avere nessuno che ti voglia bene, che ti dica quanto sei brava, che si preoccupi per te.
Lo stile del romanzo in alcuni punti è prolisso, ci sono momenti in cui non succede nulla, altri in cui ti sganciano una bomba tale da lasciarti senza parole e aspettare un paio di minuti per riprenderti. Vi avverto, questo non è un romanzo dove a metà c'è la storia d'amore con fine l'epilogo alla vissero tutti felici e contenti. Ci troviamo di fronte ad un libro che definirei più psicologico dove la protagonista compie un percorso nato ad affrontare i drammi del passato, ad accettare che esistano e come vivere con la consapevolezza di avere avuto un'infanzia difficile. Un cammino dove noi vedremo solo l'inizio ma che già mostra dei grandi risultati.

18 commenti:

  1. Mi ispira il fatto che sia così psicologico ma ho paura sia troppo prolisso/lento proprio per lo stesso motivo... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi leggerlo solo per i suoi pensieri e come risponde Eleanor alla gente XDD Certo alcuni momenti non succede nulla ma arriverai poi ad un punto della lettura che sarà difficile staccarsi!

      Elimina
  2. Vedo questo libro ovunque, sono proprio curiosa di leggerlo *__*

    RispondiElimina
  3. Ciao, mi mette un po' paura sto libro.. siamo sicuri valga la pena leggerlo? Ottima recensione comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paura in che senso? Non è un horror XD

      Elimina
  4. Mi ispira molto questo romanzo, più che altro per la trama davvero lontana da quello che si vede in giro di solito. Lo stile "prolisso" un po' mi spaventa... Ma un'occasione gliela darò lo stesso! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'una protagonista fuori dal comune, vale davvero la pena di dargli un'opportunità!

      Elimina
  5. So già che, quando lo leggerò, questo libro mi conquisterà. *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendoti sono proprio sicura che sarà così!

      Elimina
  6. Uhhh, sono contenta che ti sia piaciuto! Io lo ho in wishlist!

    RispondiElimina
  7. Potevo averlo gratis grazie ad un'iniziativa di ibs, però dovevo fare l'ordine in pochissimi giorni (e fare altri acquisti) e quindi non sono riuscita a prenderlo sigh :c l'incipit mi aveva incuriosita e ancora di più la tua recensione. Sembra un libro perfetto per me, anche se non è quello che leggo di solito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non la sapevo questa cosa O.O devo dire che non è neanche il mio di genere però è ho fatto bene a dargli un'opportunità, sono felice di averlo letto!

      Elimina
  8. Più recensioni leggo e più sono curiosa, spero di riuscire a leggerlo presto, perché sto morendo dalla curiosità!!!!

    RispondiElimina
  9. Questo libro mi incuriosisce molto e sto leggendo per fortuna solo parere postivi anche la tua recensione mi fa ben sperare

    RispondiElimina