Ultime recensioni

lunedì 11 aprile 2016

✎Recensione ▫ La moglie del califfo di Renée Ahdieh

E' la seconda settimana di fila che pubblico una recensione di lunedì.. la cosa sta diventando un appuntamento fisso ;D Comunque, come state voi? Questo bel tempo mi mette allegria, mi viene più voglia di uscire e devo assolutamente ricomprarmi una sdraio per leggere in giardino, con questo bel tempo risulta difficile stare reclusi. Il libro di cui voglio parlarvi mi è piaciuto immensamente, non solo per il personaggio maschile MLMLML ma anche tutta la storia! Ora basta parlare, vi metto come sempre i dati e sotto la recensione:
❝ La moglie del califfo
di Renée Ahdieh ❞

Editore:
Newton Compton - Data di uscita: 4 Febbraio 2016 - Prezzo: 10.00€

Voto: ★ ★ ★ ★ ★

Trama: Al calar del sole sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona.Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.



Recensione
Questo libro... una miriade di emozioni!
Prima di tutto devo fare qualche considerazione seria sennò finisce che il 90% della recensione è sul protagonista maschile e 10% della storia. Insomma, prima il dovere e poi il piacere ù.ù
Il libro della Ahdieh è un retelling che si ispira alla raccolta di novelle Le mille e una notte, conosciuta in lungo e in largo e proposta su piccolo schermo persino in Italia (cioè... come facevo a non guardarla con Marco Bocci protagonista?!).
Il romanzo seppur non presenta una storia movimentata con colpi di scena, inseguimenti e combattimenti corpo a corpo degni di un film di James Bond ha al contrario un'ambientazione magnifica, costumi ricoperti di gemme preziose, giardini incantevoli e un palazzo che il solo nominare vuoi metterci residenza in pianta stabile. Servi compresi. La storia è si, lenta, ma sembra di stare nel deserto con le sue accurate terminologie ad ammirare la maestosità del palazzo del Califfo.
Il romanzo è scritto in terza persona e anche se all'inizio ero un po scettica proseguendo mi sono accorta che era l'unica strsda per poter presentare la storia a 360° senza tralasciare qualcosa che un solo solo punto di vista poteva rendere superfluo.
Un altro punto di forza sono i protagonisti. Se l'autrice avesse descritto qualcuno senza spina dorsale, piatto e noioso avrei abbandonato il libro dopo pochi capitoli, ma Shahrzad è forte, testarda e seppur qualche volta presuntuosa da quella scossa alla storia che sarebbe monotona in sua assenza. Ma quello per cui ho fangirlato per tutta la lettura è stato Khalid. Questo "mostro" che uccide le sue mogli dopo la prima notte, che dovrei odiare è riuscito a fare breccia nel mio cuore e metterci radici. Non è il solito personaggio arrogante ma col cuore tenero, non è il cattivo che si redime, è un personaggio indecifrabile che dice poco di se ma che sembra attratto dalla prima moglie che tiene in vita al sorgere dell'alba. Il suo essere schivo lo rende affascinante, è un uomo che ha bisogno che gli si insegni da amare non solo se stesso ma anche il prossimo. Può dare tantissimo basta solo dirgli come. E quando, a piccoli passi, riesci a vedere la persona dietro il califfo più temuto del Khorasan, quei piccoli momenti valgono il romanzo stesso.
post signature

19 commenti:

  1. All'inizio questo romanzo non mi diceva nulla (forse perchè la favola de Le mille e una notte non la conosco quasi per niente)però più vedo recensioni più sembra essere un bel romanzo, tuttavia non riesco ancora a capire che effetto potrebbe farmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parer mio se non hai voglia di leggere qualcosa in proposito potresti avvicinarti alla fiction in due episodi italiana, è ben curata e Marco Bocci è un bel manzo da vedere ehehehe
      Se sei un'amante delle descrizioni che ti fanno venire gli occhi a cuore fa al caso tuo, è tutto fiabesco e irraggiungibile che ti sognare ad occhi aperti, una cosa che non passa inosservata!

      Elimina
  2. Oh mamma, alla fine allora ti è piaciuto tantissimo!!!!
    Comunque te l'avevo detto che anche se breve sarebbe andata bene!
    A me il libro purtroppo continua a non ispirare, ma non capisco proprio perché :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si mi era piaciuto un sacco, lento eh, ma meraviglioso!

      Elimina
  3. Questo libro è in wishlist da prima della sua uscita e dopo la tua recensione sono ancora più curiosa di leggerlo, i romanzi con una storia che pare lenta ma in cui in realtà la trama prosegue possono rivelare molte sorprese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai veramente ragione! Ci sono quei libri che sono lenti e ti annoiano e altri che ti fanno sognare ad occhi aperti!

      Elimina
  4. Anche io l'ho letto da pochissimo, e so di far parte di un ristretto numero di lettori, però non mi ha convinto, è come se l'autrice non avesse voluto forzare la mano per creare una storia ricca di passione e sangue :( E Sharhzad non mi è piaciuta per nulla U.U Salvo solo Khalid, l'ambientazione e la penna dell'autrice, che in alcuni momenti mi ha colpito al cuore :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli mi leggo la tua recensione e mi dispiace tantissimo, i libri non fanno a tutti lo stesso effetto purtroppo ç_ç Khalid si salva per forza, troppo cucciolo!

      Elimina
  5. Continuo a leggere posizioni molto positive su questo libro e prima o poi devo leggerlo per farmi un'idea mai. Le mille e una notte mi piace molto, mi preoccupa un pò il fattore lentezza forse..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considera che è un bel mattoncino, però ci sta tanta magia racchiusa al suo interno!

      Elimina
  6. Bella recensione *.*, sono completamente d'accordo! Anche a me è piaciuto moltissimo, tanto che non ho sentito neanche la lentezza che dite voi :) Mi sono innamorata della scrittura dell'autrice e dei personaggi! All'inizio non sapevo scegliere tra Khalid e Tariq (c'è una prima volta per tutto :D ) però poi il primo ha trionfato! Tariq me lo terrò per me! ;)
    Se vuoi passare sul nostro blog, anche noi abbiamo fatto una recensione http://bookishbrains.blogspot.it/2016/03/la-moglie-del-califfo-renee-ahdieh.html#more

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sai, solo che Tariq sembra più un personaggio costruito a tavolino mentre Khalid è pieno di mille sfaccettature che lo rendono imperfetto e più interessante! Mi leggo la tua recensione!

      Elimina
  7. Sono felice che ti sia piaciuto! Ammetto che un po' ti invidio, perché avrei voluto che piacesse così tanto anche a me ;_; non mi fraintendere: la storia è molto bella, l'ambientazione pure, Khalid è un personaggi intrigante, l'ho divorato..però boh, non ho fangirlato come te alla fine della lettura. Avrei voluto che mi conquistasse totalmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che ti abbia un po deluso, spero che nel secondo volume riesca a coinvolgerti di più, a parer mio la situazione si farà più interessante!

      Elimina
  8. Dopo avermi fatto ammattire tramite wa penso proprio che lo leggerò..lo vedo ovunque e ti dirò che forse la cover non è poi così male XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahahaha magari se la vedi da vicino te ne innamori *^*

      Elimina
  9. Anch'io ho amato moltissimo questo libro, è uno degli unici retellings che ad oggi amo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche secondo me, insieme alla serie di Marissa Meyer è uno dei migliori tradotti in Italia *_*

      Elimina
  10. Più leggo recensioni di questo libro più mi viene voglia di correre in libreria a comprarlo! *-*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...