Ultime recensioni

venerdì 18 dicembre 2015

✎Recensione ▫ Il sangue di Marklant di Miki Monticelli

Non l'avrei mai detto ma sono davvero riuscita a concludere questo romanzo! Dopo un piccolo senso di panico per l'immensa mole del romanzo (se non vado errata devono essere all'incirca settecento pagine) mi sono buttata a capofitto e posso ritenermi più che contenta per averlo fatto! Di seguito vi lascio i dati del libro e la mia recensione e spero possa farvi capire quanto io l'abbia apprezzato ;D
Il sangue di Marklant di Miki Monticelli

Editore:
Piemme - Data di uscita: 10 Novembre 2015 - Prezzo: 19.50€

Trama: Marca è sotto assedio da ormai quasi seicento anni: attorno alle alte mura che difendono le case si assiepa l’esercito delle Darkalant, da sempre nemico, e poco più in là, oltre le montagne, rimangono in agguato gli Occlumsaac, i non-vivi, che aspettano soltanto di poter entrare in città e possono contare sulla sfibrante e quieta pazienza della morte. Drith ha sempre vissuto schiacciata dal peso della guerra: è la figlia di uno degli uomini più importanti del regno e ha sempre saputo di essere una guerriera, pronta a difendere il suo popolo dall’attacco esterno. Ha un dono, o meglio una terribile condanna: riesce a vedere e parlare con i morti. E questo è il marchio che la identifica come prescelta della profezia dei Pugno, destinata a liberare la città di Marca, pagando un caro prezzo.
Il sangue di Marklant è un romanzo fantasy che trova una forte protagonista femminile guidare e  riappacificare due popoli che da più di seicento anni sono in guerra tra di loro ma guidati da un nemico comune, per anni nascosto a tessere le proprie trame per conquistare e renderli a propria immagine: creature spietate e immortali.
Ho avuto una iniziale difficoltà di lettura all'inizio, il libro presenta un lessico ricco di parole di uso quasi medievale (questo è il periodo dove penso si svolga il romanzo, non vorrei dire uno strafalcione) e suppungo immaginarie (parole inventate) - l'autrice all'inizio ha anche fatto un piccolo glossario per la corretta pronuncia di alcune parole - Ho faticato perché confusa nel capire cosa faceva chi, chi era chi, quindi procedevo lenta perché mi perdevo lungo la strada ma l'autrice dopo un'iniziale senso di smarrimento ha placato il mio bisogno di sapere e più andavo avanti più annuivo perché la storia si stava ben delineando nella mia testa facendomi procedere più spedita.
Se c'è una cosa che mi è piaciuta sopra di tutte è la testardaggine dei suoi protagonisti, ognuno di loro nasce con l'ideale di vincere la guerra e votano la propria vita quasi al sacrificio per regalare ai propri figli un domani migliore libero dall'Assedio, un posto sereno in cui crescere. Una di questi è proprio Drith, l'ultima dei Pugno, una famiglia su cui preme una Condanna che si è trasmessa di padre in figlio e dove ciascuno di loro ha deciso di far gravare sul suo successore per l'orrore che essa comportava. Drith però non è cresciuta in una campana di vetro soffocata dalla paura, ha vissuto in prima persona gli orrori e la devastazione della guerra, ha votato la propria vita, ha combattuto e si è sacrificata per Marca guidata da gli spettri dei suoi antenati che l'hanno guidata con saggezza e fiducia. 
La storia presenta oltre alla voce narrante della protagonista, vari punti di vista dove ciascuno di loro seppur con brevi apparizioni avrà un ruolo fondamentale e determinante nel romanzo. Il testo non è risultato pesante una volta che sono riuscita a trovare un punto d'incontro,  per nulla dispersivo e presentava il giusto equilibro tra descrizioni e dialoghi.
Raccomando il romanzo per chi non ha paura di immergersi in un mondo guerriero dove i giovani vengono fin da piccoli addestrati alla battaglia, smistati per le loro abilità e strappati dall'innocenza dove prevalerà il senso di amicizia, forza, resistenza e speranza.

Voto Finale

6 commenti:

  1. Questo libro m'ispira.
    Ti ho taggata qui:
    http://fantasyfordreaming.blogspot.com/2015/12/the-winter-wonderland-book-tag.html
    Ciao. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero lo leggerai *^* vado a vedere il TAG!

      Elimina
  2. Come ti avevo scritto su facebook, questo libro mi ispira tanto *w*

    RispondiElimina
  3. Questo mi ispira davvero tantissimo *_* Sono contenta che ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Eh si, è stata una bellissima lettura ;P

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...