Ultime recensioni

martedì 3 marzo 2015

Recensione: Forse un giorno di Colleen Hoover

Maybe #1
Titolo: Forse un giorno
Autore: Colleen Hoover
Editore: Leggereditore
Prezzo: 4.99 € 

Data di uscita: 19 Febbraio 2015
Trama:
Per essere una ventiduenne, Sydney ha una vita grandiosa: è al college, ha un lavoro stabile, è innamorata del suo fantastico fidanzato Hunter e condivide la stanza con la sua migliore amica Tori. Ma tutto cambia quando scopre che Hunter e Tori hanno una relazione e lei rimane sola a chiedersi quale sia la mossa più giusta da compiere. 
Poi Sydney rimane incantata da Ridge, il suo misterioso vicino. Non riesce a togliergli gli occhi di dosso né a smettere di ascoltarlo suonare la chitarra affacciato al balcone ogni pomeriggio, in quel suo modo passionale. 

E anche in Sydney c'è un qualcosa che Ridge non riesce proprio a ignorare. Quando il loro inevitabile incontro si verifica, scoprono di aver bisgno l'uno dell'altra in tanti modi diversi...
 
Colleen è una maga del romance. Credo che i suoi romanzi che abbiamo una componente artistica siano quelli riusciti, tipo Slammed, capite? Lei ci sa fare con le parole, che sia poi musica o poesia, lei sa sempre come destreggiarsi.
Partiamo da principio. Sidney è una ragazza che ha le idee abbastanza chiare. Un fidanzato, una migliore amica e con la prospettiva che la sua vita sia già programmata. Tutto ciò la spaventa ma non ha il coraggio di interrompere la sua routine quotidiana. Anche ascoltare il ragazzo che ogni sera esce fuori dal balcone di fronte casa sua a suonare la chitarra per lei è un appuntamento fisso. Fino a che lui non la nota e le chiede di passare il testo delle canzoni che lei inventa sul momento. Da lì tra i due inizieranno esclusivamente scambi di messaggi senza parlarsi o vedersi da vicino. Sarebbe tutto perfetto se Ridge non le rivelasse un informazione scioccante: Tory e Hunter vanno a letto insieme. Tradimento. Perdita di fiducia. Sidney è devastata e Ridge non ci pensa due volte a prenderla con se e farla stare nel suo appartamento. 
I due inizieranno questa loro collaborazione, Sidney nel componimento del testo e Ridge l'arragiamento. Ma ciò che veramente ha reso questo libro meraviglioso è aver dato al protagonista uno svantaggio, un "difetto" che per me praticamente non esisteva: l'assenza di udito per Ridge. Ridge è un ragazzo sordo. E infatti qui sorge spontanea la domanda. Come fa a comporre la musica se praticamente non sente niente? Eppure lui ha un suo modo di percepire la musica, la la sente da dentro attraverso le vibrazioni. 
Sidney e Ridge comunicano attraverso messaggi o tramite semplici sguardi si prendono al volo. C'è sintonia tra di loro, la musica di Ridge si accompagna al testo di Sidney perfettamente. 
Il tutto sembra un crescendo, nonostante il duro colpo subito, Sidney sente maturare dentro di se un nuovo sentimento che la spinge inesorbilmente tra le braccia di Ridge. Complice poi una sera in cui Ridge durante il componimento di un brano vuole ascoltare la voce di Sidney (Qui sono morta. Decisamente.) finiscono con lo scambiarsi un bacio. Ciò che poi succede è devastante: Ridge informa Sidney che in realtà lui è fidanzato.
Sidney capisce che non vuole diventare una Tony (Una poco di buono per intenderci) e dal canto suo Ridge deve mettere a tacere questo sentimento. 
Ma come si fa se entrambi devono lavorare insieme? E che quando compongono la musica si estraneano dal resto mondo, vivendo in un limbo in cui nessuno può in qualche maniera contaminare?
Il senso di lealtà spinge Ridge a rimanere fedele a Maggie e Sidney cerca con tutte le sue forze di sopprimere questo sentimento travolgente.
Forse però, un giorno? Maybe Someday è possibile che invece ogni cosa possa capolgersi a loro favore?
All'interno del romanzo vengono affrontati vari temi: la musica, il tradimento (E' giusto tradire quando quando lo si fa col cuore? In qualche misura si può giustificare?), la leatà (si può stare fedeli ad una promessa per tutta la vita? Votarsi ad un altro quando entrambi abbiamo ormai preso strade differenti?), il concetto di amore (soprattutto quando l'amore è più l'idea che uno si è fatto e non come realmente è) e patologie fisiche (Sordità. Possibilità di non poter vivere a lungo).
Sono stata felicissima che ci fossero stati due Pov, quello di Sidney e quello di Ridge. Ho amato i pov di Ridge. Credo di aver sbavato sul Kindle per tutta la durata del libro e la fine mi ha distrutta. Stavo seriamente prendendo in considerazione l'idea di andare a cercare un ragazzo sordo con la chitarra. Suona veramente brutto dirlo così, vero? Questi libri sono la mia rovina, fanno uscire il peggio di me. 
Non mi resta che aspettare il cartaceo per poterlo stringere tra le mie mani. Non credo di aver dato a questo il libro il giusto contributo. Diciamo che quando amo un libro mi blocco e non riesco a rendergli onore e sto giorni a scrivere, cancellare, scrivere, cancellare. Il fatto che non sono una scrittrice non mi è di aiuto, vorrei tanto aver il talento di riuscire a comunicare meglio. Vabbè, ognuno poi si esprime a modo suo!

 Voto finale
(per i comuni mortali: cinque punti)

Nessun commento:

Posta un commento